RSS

Esercizio creativo

13 Dic

Oggi sono andato al mio primo laboratorio di scrittura creativa. Non credo ci tornerò (scoprire che, a Brescia, la scrittura sembra essere cosa da ultraquarantenni mi ha un po’ depresso), ma vi propongo lo stesso questo esercizietto che abbiamo fatto in sei minuti e qualcosa: un componimento libero sul tema “la paura”.

Non sta succedendo. Non a me. Queste cose non capitano nella vita vera. Adesso mi sveglio. Adesso si sveglierà lei.

Non ha senso. Io non ho fatto niente. Non può essere andata così. Non è… giusto. Quando queste cose succedono, dovrebbero essere precedute da lunghe scene che le introducono e da una musica adeguata. Una persona non può morire così, tutto d’un tratto, senza un’ultima parola o un ultimo sguardo. E il sangue deve scorrere lentamente, formando una bella pozzanghera, non schizzare dappertutto, accecandoti e facendoti diventare scivolose le mani.

È sbagliato, dunque non può essere. Il nastro deve riavvolgersi. Dev’esserci un salvataggio precedente da caricare. Rivoglio la mia vita… la nostra vita, com’era prima. Non può essere finita così.

Non può essere così brutto uccidere.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13/12/2012 in Racconti

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: